1. Cos' è la tossina botulinica ?
2. Quando è necessario ?
3. Aspetti della seduta ?
4. Aspetti psicologici ?
5. Aspetti non desiderati ?
6. Trattamenti aggiuntivi ?
7. FAQ on line ?

 

topok

a cura del Dott. Marcus Mascetti

La proteina Botulinica
| home | contatti | come raggiungerci |

 

 

Cos'è la Tossina Botulinica ?

 

La Tossina Botulinica, dal 1975 , viene definita come sostanza miracolosa, ovviamente quando viene utilizzata a scopi terapeutici. La sua fama negativa, infatti, la deve al fatto che quando ingerita in grandi quantità può provocare dei problemi seri sino alla paralisi dei muscoli e dell' attività respiratoria. Questo accadeva molto di più in passato quando le conserve alimentari preparate, soprattutto in casa, venivano in contatto per cattiva igiene con il Clostridium botulinum (microorganismo responsabile) che, moltiplicandosi, produce la tossina in grande quantità (van Ermengem, 1897) . Le quantita' incriminate nulla hanno a che fare con i picogrammi utlizzati in terapia. Questa tossina, in origine come farmaco, viene utilizzata allo scopo di ridurre l'eccessiva o anormale e patologica contrazione di uno o più muscoli, particolarmente nelle neuropatologie (per es: distonia e spasticità di alcuni muscoli). L'eccessiva contrazione di un muscolo può causare spasmi, tremori, rigidità e dolore. La Tossina agisce, transitoriamente e reversibilmente inibendo o bloccando l'impulso elettrico che normalmente produce la contrazione delle fibre muscolari. Altre indicazioni, all' utilizzo di questo farmaco miracoloso, le troviamo nei casi di iperidrosi (eccessiva sudorazione) e nei casi di cefalea muscolotensiva, disfonia spasmodica, l’acalasia, spasmi anali, vaginismo, dissinergie vescicali, alterazioni dei movimenti oculari compresi il nistagmo, etc. Se soffrite di iperidrosi lamenterete una sudorazione costante ed abbondante nelle zone tipiche come ascelle, palmi della mano e piedi. La vita sociale e relazionale, purtroppo, ne maleficiano drammaticamente. In aggiunta subentra una condizione particolare che si chiama metavergogna. In altre parole si parte con la vergogna della condizione che vi affligge. La condizione stessa diventa espressione della vostra vergogna, cioe' sudate ancora di piu' perchè vi sentite osservati e finite per vergognarvi ancora di piu'. La tossina Botulinica non solo può bloccare per almeno 6/7 mesi l' attività delle ghiandole sudoripare riducendo significativamente la sudorazione, ma contribuisce a farvi vivere in una condizione psicosociale virtuosa che potrebbe tornare utile a bloccare parte del meccanismo psichico che caratterizza questa patologia anche una évolta finito l' effetto sulle ghiandole sudoripare. Un altro campo di utilizzo, ancora più noto e popolare, é quello della medicina estetica in cui si ottiene la parziale o totale eliminazione delle rughe. La pelle assume un aspetto considerevolmente migliore risultando più luminosa idratata e meno increspata intorno ai punti trattati. Il fatto che si imputi a tale trattamento la possibilita' di essere dannoso alla salute mi sembra francamente scongiurabile per due motivi principali: le quantità in questione non sono sufficienti per intossicare l'organismo e l'effetto raggiungibile e comunque di tipo transitorio non lasciando alcun esito sgradevole al paziente trattato. Inoltre, ci sono più di venti anni di esperienza con milioni di pazienti trattati. La tossina B. va comunque ripetuta ogni 4-5 mesi perché l' atrofia muscolare che consegue ad ogni intervento faciliterà gli effetti delle sedute successive. In alcuni casi si é potuto notare che trattando, per esempio, le rughe glabellari (rughe in mezzo agli occhi) si è avuta una risoluzione totale all' inizio e parziale a lungo termine con una seduta sola. In questo caso il motivo e' legato al fatto che il paziente perde l' abitudine di assumere quell' atteggiamento mimico perchè interrompe il feedback dello stimolo sui recettori cutanei di quella zona responsabili del mantenimento dell' atteggiamento stesso. Oppure, secondo Eric Finzi (vedi piu' avanti) l' atteggiamento mimico e' responsabile della secrezione di alcune sostanze che influiscono sullo stato euforico dell'individuo aumentandone l'intensità a scapito di quello depressivo. Un altro concetto da sottolineare riguarda l' idea che la tossina botulinica, utilizzata a tali scopi, possa dare un aspetto al volto alquanto artificiale e/o asimmetrico. Questo è potenzialmente vero, ma dipende fortemente dalle quantità che si infiltrano e dai punti geometrici che il medico sceglie di iniettare. Queste scelte sono differenti in base all'esperienza e al senso pratico del professionista. Bisogna aggiungere che la procedura e' apparentemente semplice e per questo è spesso eseguita da operatori medici non esperti in materia (evitare i botox-party). In conclusione, mi sento di consigliare il paziente di valutare la preparazione del medico a cui si rivolge e di sottoporsi al trattamento solo in ambiente medico. "due cose l'esperienza deve insegnare: la prima, che bisogna correggere molto; la seconda. che non bisogna correggere troppo." - Eugène Delacroix, Diario.

 

Quando è necessario ?..............................................................................................torna su

In caso di uno sguardo triste e spento, un eccessiva rugosità intorno agli occhi,una ruga glabellare troppo evidente e rughe frontali troppo evidenti.

La cosa a cui teniamo particolarmente e' quella di prendere delle decisioni insieme al/la paziente. Ciò significa che il paziente deve diventare il più consapevole possibile di quello che viene fatto e, dunque, partecipare con maggiore autonomia a tutti gli aspetti della procedura. Per arrivare a questo siamo convinti che le informazioni in merito devono essere complete ed accurate, non si deve fare a meno di considerare le possibili alternative e il paziente deve nuovamente porsi la domanda sul senso o meno di sottoporsi alle nostre procedure. Il ruolo dell' operatore deve limitarsi ai meri aspetti tecnici senza che egli condizioni a proprio vantaggio ( non e' mai un vantaggio!) le decisioni del paziente. Il medico deve informare il paziente in maniera corretta sui risultati che si possono ottenere sincerandosi che egli abbia capito e non si crei false aspettative. Con tale premessa si considera che la necessità di sottoporsi alla correzione delle rughe con la tossina botulinica o per qualsiasi altra procedura éuna decisone che deve prendere il paziente nel momento in cui percepisce la necessità di ringiovanire delicatamente il proprio aspetto.

 

Aspetti della seduta ?..................................................................................................torna su

Prima di sottoporsi ad una seduta di infiltrazione di tossina botulinica é necessario visitare il paziente e fornirgli le necessarie indicazioni, controindicazioni, possibili alternative e costi relativi. Nello specifico tecnico della seduta la prima cosa da fare é quella di marcare la zona da iniettare con un pennarello esattamente nei punti in cui verranno effettuati i micropomfi di tossina botulinica. Insieme si potrà decidere se trattare solo le rughe perioculari ( "zampe di gallina" ) oppure anche le rughe frontali. Il vantaggio di trattare la fronte é duplice: spiana la parte centrale, dando un effetto lifting (lifting non-chirurgico) anche della parte piu' laterale del sopracciglio, senza interferire su di essa (sconsigliato).Quindi l'area di trattamento puo' essere suddivisa in due zone distinte. Potremmo decidere se trattare contemporaneamentele 2 zone (50+50 U.I.) che dà un effetto più gratificante, oppure in due momenti diversi. Sui punti marcati si applicherà una crema anestetica per almeno 20 minuti, anche se non sarebbe necessaria vista la quasi totale assenza di dolore (ago microscopico da 30 G). Comunque essendo la percezione e la sensibilità al dolore soggettiva, è preferibile adottare il principio della cautela assoluta. Una volta ultimate le iniezioni si dovrà aspettare ancora qualche minuto. Per motivi igienici è preferibile non truccarsi e non esporsi al sole immediatamente dopo l'intervento. Solitamente non si verificano lividi, ma per non sfidare troppo la sorte conviene fare bene i conti con gli impegni sociali sopraggiungenti immediatamente dopo il trattamento. E' possibile notare nei giorni seguenti una sensazione di peso in mezzo alla fronte (nel caso sia stata trattata) che passerà velocemente oppure un leggero mal di testa transitorio (cefalea). Si inizierà a vedere un effetto naturale a partire dal 4-6 giorno che si esprimerà al massimo verso la seconda settimana per 4/5 mesi. La pelle sembrerà molto piu' spianata, luminosa ed idratata e gli occhi piu' tesi. L'effetto del trattamento non finirà di colpo, ma scemerà lentamente verso la condizione iniziale senza creare disagi dovuti a cambiamenti rapidi del viso.

.


Aspetti psicologici ?
.....................................................................................................torna su

Come in ogni procedura medico estetica andrebbe dato molto risalto all’aspetto psicologico generale e specifico di ogni intervento. In primis, perchè si aiuta così facendo il paziente comprendendo meglio i motivi della richiesta, salvo la necessità di sottoporsi prima ad una psicoterapia e poi alla procedura medica; in secundis aiutiamo noi stessi nel costruire un rapporto di fiducia più solido. Siamo sempre più convinti che in una materia cosi’ strategica per la nostra esistenza, come lo e' l’estetica del proprio aspetto, debba essere considerato il contesto nella sua globalità con tutte le sue alternative ed integrazioni. Eric Finzi, dermatologo del Maryland, ipotizza che le espressioni facciali invierebbero segnali precisi al cervello emettendo sostanze responsabili (ENDORFINE) di produrre sensazioni d’infelicità o di allegria, quindi sarebbero le espressioni corrucciate ad indurre il cervello a secernere sostanze depressive. In uno studio, da lui svolto, egli ha sottoposto un gruppo cospicuo di volontari affetti da una forma depressiva diagnosticata come non grave al trattamento con il botulino verificando poi in seguito un netto miglioramento dell’umore e dello stato d’animo generale. In un altro studio, invece, lo psicologo Carter Singh, e Martin Kelly, chirurgo plastico della clinica London Plastic Surgery Associates, in collaborazione con 81 centri di chirurgia plastica sono riusciti a mettere in risalto l’alto rischio per cui quattro pazienti su dieci non riuscirebbero piu' a vedere allo specchio il loro viso segnato dall’età. Possiamo parlare, quindi, di una forma di dipendenza psicologica nel momento in cui il paziente ricerca il medico prima ancora che svanisca l’effetto precedente.
Ci siamo accorti che per ogni miglioramento raggiunto non si è più disposti a tornare indietro. Certamente con la chirurgia estetica i risultati sono più permanenti e non sappiamo come tornare indietro. Dunque, non possiamo affermarlo se non quando sottoponiamo il paziente alle discusse simulazioni fatte al computer che possono solo grossolanamente avvicinarsi alla realtà. Quando il paziente incamera, per qualche istante, le proprie fattezze corrette al computer e questo miglioramento viene desiderato da tempo e poi lo deve riabbandonare, basta spingere il tasto “return = tasto dell’ avvilimento” sul computer, per qualche istante, non riesce più ad accettarsi. Per fortuna questa sensazione passa in fretta. Il medico che fa un uso spropositato di questo strumento è, a nostro avviso, scorretto.


Aspetti non desiderati ?..............................................................................................torna su

RISCHI E COMPLICANZE
I rischi sono, per fortuna, minimi e le complicanze sono solo temporanee. I principali effetti collaterali dell'uso del botox sono eritema e/o ecchimosi nel sito di inoculo. Non è vero che la tossina botulinica cambi l’espressione del viso o che dia una espressione "ingessata" del volto, a patto che non si esageri con il dosaggio come in tutte le cose della vita. Le complicanze che possono riscontrarsi nell’utilizzo del botulino in soggetti super rispondenti sono certamente sgradevoli (abbassamento del sopracciglio), ma fortunatamente reversibili e di breve durata. E’ consigliabile non ravvicinare i trattamenti a meno di 3-4 mesi, per non correre il rischio di favorire una resistenza di tipo immunitario al farmaco con conseguente attenuazione degli effetti desiderati. Un 2-3% dei pazienti sono soggetti non-responders sin dall’inizio, mentre un 5-10% sviluppano anticorpi e diventano soggetti non-responders secondari).

CONTROINDICAZIONI: Le principali sono le malattie neuromuscolari tipo miastenia, la gravidanza e l'allattamento, l'ipersensibilità riconosciuta verso la sostanza o presunta (allergia crociata con proteine dell' uovo-albumina).

 

Quali sono i trattamenti aggiuntivi ?.......................................................................torna su

Spesso la tossina botulinica viene richiesta come, completamento di un lavoro che inizia con l' acido ialuronico (vedi capitolo relativo). Dopo aver corretto la zona inferiore del viso e data la inadeguatezza di questo meraviglioso filler a riempire con la stessa soddisfazione anche le rughe della fronte e perioculari si ricorre alla tossina botulinica. In altre occasioni, a seconda delle necessita' che si presentano, si ricorre esclusivamente alla tossina botulinica senza utilizzare l'ac.ialuronico. Un ulteriore marcia è data dall'associazione a questi trattamenti con i peeling chimico/fisici (alfaidrossiacidi/corindone) utili a levigare la pelle di tutto il viso conferendone un aspetto generale più luminoso, levigato ed omogeneo, vedi per questo la relativa sezione. Altri tipi di trattamenti associabili sono il lifting del viso (distrettuale/totale) e la blefaroplastica e come capello a tutte queste possibilità è auspicabile che i nostri pazienti si sottopongano ad una dieta antiaging.

 

 

FAQ on line ?.................................................................................................................torna su

D. del paziente on line Laura Federici-Roma: perche' si vedono spesso dei volti bloccati con il botox del tutto innaturali?
R. del Dott. Marcus Mascetti: il problema e' giustamente sollevato e può essere risolto nell'affidarsi a mani esperte mediche. Il trattamento e' in apparenza semplice da effettuare e quindi la tentazioni di improvvisarsi, da parte dei medici provenienti da altre discipline come ginecologi, medici generici, odontoiatri, etc e' molto elevata. In aggiunta va detto che il rapporto con il paziente non e' un semplice rapporto commerciale, quindi se il paziente mal valutato da un punto di vista psicologico fa una richiesta esagerata di trattamenti con la tossina botulinica il medico dovrebbe scoraggiarlo al costo di perderlo.
(dott.marcusmascetti@gmail.com)

D. del paziente on line Tiziana Volo-Roma: mi puo' ragguagliare sulla sicurezza del prodotto visto il nome "tossico che porta"?
R. del Dott. Marcus Mascetti: inizialmente la tossina botulinica venne utilizzata in medicina per prevenire gli spasmi neuromuscolari delle palpebre e per correggere lo strabismo, etc. A partire dal 1987 cominciò ad essere utilizzata negli Stati Uniti anche nell’ambito della medicina estetica. In Italia l’uso della tossina botulinica è stato autorizzato dal Ministero della Salute dal 2004.
In tutti questi anni, a partire dal 1987, quindi per piu' di 20 anni, non si sono mai verificati gravi effetti collaterali all’uso di questo farmaco, ma come per tutti i farmaci è sempre possibile che il paziente sviluppi allergie e intolleranze alla tossina o a qualche eccipiente. Andare incontro ad un sovradosaggio tossico moltiplicando per 10- 20 volte la dose? Quest' ultima evenienza mi sembra francamente molto poco plausibile.
(dott.marcusmascetti@gmail.com)

D. del paziente on line Gianni Geco-Bolzano: quanto dura realmente l'effetto del tempo della tossina botulinica e se e' possibile una ricaduta peggiore dell' inestetismo che si cerca con essa di risolvere?
R. del Dott. Marcus Mascetti: l'effetto dura almeno 4-5 mesi se lei e' una "responder" normale. In questo tempo il muscolo tende all' atrofia e le rughe si autoriparano perche' non sottoposte piu' alla piegatura impressa dai muscoli mimici.Quando lei si sottoporrà, dopo il lasso di tempo indicato prima, ad un' altra seduta avra' il vantaggio di correggere delle rughe che non si sono ripresentate ancora completamente. Inoltre, possiamo contare anche sull' effetto di perdità dell' abitudine mimica a corrugare o ad agrottare la fronte mentre i muscoli risultato inibiti dalla tossina botulinica.
(dott.marcusmascetti@gmail.com)

...........................................................................................................................................torna su


 

10-Set-2015 19:37

biostimolazione
costi
ialuronico
peeling
boulino
alimentazione

| torna su| HOME | contatti | come raggiungerci | botulino | ac.ialuronico rughe/labbra | biostimolazione | peeling | e-matrix nuova pelle | dermaroller | trattamento antimacchie | mesoterapia | fosfatidilcolina-lipolisi | scleroterapia | alimentazione | liposcultura | addominoplastica | rinoplastica | blefaroplastica | otoplastica | lifting viso/fili | lifting braccia | linea mandibolare | zigomi | mentoplastica | aumento seno | riduzione seno | aumento/lifting glutei | cisti sebacee | rimozioni neoformazioni | lipomi | costi | calendario lastminute | Bindercard collaborare con noi | privacy | curriculum | blog | newsletter | media | mi-piace |
| www.drbinder.eu | www.velasmooth.net | www.e-matrix.eu | www.cellulitenews.net |
   
 
dott. Mascetti Marcus
cellulare 3933308829
 
Statistiche